Auch 2. schriftliche Arbeit bei der Matura

5a sp

Die für Ende Januar erwartete Verordnung des Unterrichtsministeriums zur Matura 2022 ist pünktlich am 31. Januar nachmittags erschienen. Die Abschlussprüfung 2022 in Italien wird demnach 2 schriftliche Arbeiten umfassen, wobei die erste Arbeit in Italienisch (in Südtirol Deutsch) auf Staatsebene festgelegt wird, die 2. Arbeit jedoch von den jeweiligen Schulen bzw. Prüfungskommissionen zusammengestellt wird. Ob es in Südtirol noch einige Änderungen geben wird steht noch nicht fest. Im Bild die Klasse 5 A-SP der WFO Bozen.

 

Die Matura beginnt am 22. Juni 2022 um 8.30 Uhr mit der 1. schriftlichen Arbeit. Die 2., schluspezifische Arbeit wird am 23. Juni durchgeführt. Der 3. Teil der Abschlussprüfung besteht aus der mündlichen Prüfung und wird in ähnlicher Form wie in den letzten Jahren durchgeführt.

Die beiden schriftlichen Prüfungen werden mit maximal 40 Punkten bewertet, die mündliche Prüfung mit 20 Punkten. Das Schulguthaben beträgt maximal 40 Punkte (12, 13 und 15 Zähler in der 3., 4. und 5. Klasse). Die Invalsi-Tests der 5. Klasse werden durchgeführt, zählen jedoch nicht zur Maturanote.

 

 Mitteilung des Unterrichtsministeriums zu den Abschlussprüfungen der Mittel- und Oberschule

 

"Das Unterrichtsministerium hat heute die obenstehende Mitteilung veröffentlicht, welche einige wesentliche Hinweise auf die geplante Form der staatlichen Abschlussprüfungen der Mittel- und Oberschule für das laufende Schuljahr gibt", schreibt Werner Sporer vom Schulinspektorat. "Ich möchte darauf hinweisen, dass sich diese Mitteilung auf die Entwürfe entsprechender Ministerialverordnungen bezieht, welche heute an den Obersten Schulrat in Rom sowie an die zuständigen Parlamentskommissionen zur vorgesehenen Begutachtung übermittelt wurden. Erst nach Abschluss dieser Begutachtungsphase können die Ministerialverordnungen in definitiver Form gefasst und veröffentlicht werden. Wir werden die Schulen natürlich über den genauen Ablauf der Prüfungen informieren, sobald die definitiven Fassungen der Ministerialverordnungen vorliegen."

 

 

Der Bericht der Tageszeitung Corriere della sera


E’ finalmente pronta la bozza dell’ordinanza per l’esme di stato che comincia il 22 giugno 2022. Ci saranno tutti e due gli scritti come prima del Covid, ma la seconda prova sarà differenziata da scuola a scuola: saranno le singole commissioni a decidere.

La sessione d’Esame avrà inizio il 22 giugno 2022 alle 8.30, con la prima prova scritta di italiano, che sarà predisposta su base nazionale. La prova proporrà sette tracce con tre diverse tipologie: analisi e interpretazione del testo letterario, analisi e produzione di un testo argomentativo, riflessione critica di carattere espositivo-argomentativo su tematiche di attualità. Il 23 giugno si proseguirà con la seconda prova scritta, diversa per ciascun indirizzo, che avrà per oggetto una sola disciplina tra quelle caratterizzanti il percorso di studi. Le discipline saranno comunicate al termine dell’iter formale delle Ordinanze. La seconda prova sarà predisposta dalle singole commissioni d’esame, per consentire una maggiore aderenza a quanto effettivamente svolto dalla classe e tenendo conto del percorso svolto dagli studenti in questi anni caratterizzati dalla pandemia.

È previsto, poi, il colloquio, che si aprirà con l’analisi di un materiale scelto dalla commissione (un testo, un documento, un problema, un progetto) che sarà sottoposto al candidato. Nel corso del colloquio il candidato dovrà dimostrare di aver acquisito i contenuti e i metodi propri delle singole discipline e di aver maturato le competenze di Educazione civica, analizzerà poi, con una breve relazione o un lavoro multimediale, le esperienze fatte nell’ambito dei Percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento. La commissione sarà composta da sei commissari interni e un Presidente esterno.

Entro il 15 maggio 2022 il Consiglio di classe elaborerà il documento con il percorso formativo fatto dagli studenti, gli strumenti di valutazione utilizzati e gli obiettivi raggiunti, ponendo attenzione all’insegnamento trasversale dell’Educazione civica. La valutazione finale resta in centesimi. Il credito scolastico sarà attribuito fino a un massimo di 40 punti (12 per il terzo anno, 13 per il quarto, 15 per il quinto). Le prove scritte peseranno fino a 40 punti, il colloquio fino a 20. Si potrà ottenere la lode, con deliberazione all’unanimità della Commissione.

La partecipazione alle prove nazionali Invalsi, che pure saranno svolte, e lo svolgimento dei percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento non costituiranno requisito di accesso alle prove.

«Le scelte di oggi - sottolinea il Ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi - rientrano nel percorso di progressivo ritorno alla normalità che stiamo realizzando. Non siamo ancora fuori dalla pandemia, ma già quest’anno, grazie ai vaccini e alle misure di sicurezza decise dal governo, abbiamo garantito una maggiore continuità della scuola in presenza, fin dal primo giorno. Abbiamo tenuto conto, come era giusto fare, degli ultimi due anni vissuti dai nostri ragazzi. Per questo, ad esempio, nel secondo ciclo, affidiamo la seconda prova scritta alle commissioni interne, che conoscono i percorsi personali degli studenti. Dobbiamo rimetterci in cammino verso la normalità e guardare al futuro, lavorare alla scuola che vogliamo costruire insieme».

 

Bericht der Tageszeitung Il sole 24 ore

Tornano le prove scritte alla prossima maturità, che partirà il prossimo 22 giugno. Il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, ha predisposto le ordinanze che definiscono l’organizzazione e le modalità di svolgimento degli esami di Stato 2022 del primo e del secondo ciclo di istruzione. Terminato l'iter amministrativo, le ordinanze saranno poi trasmesse alle competenti commissioni parlamentari, come previsto dall’ultima legge di Bilancio. Le prove scritte si svolgeranno in presenza. Per il solo colloquio, sia nel primo che nel secondo ciclo, è prevista la possibilità della videoconferenza per i candidati impossibilitati a lasciare il loro domicilio, condizione che andrà, comunque, documentata.

«Le scelte di oggi - sottolinea il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi - rientrano nel percorso di progressivo ritorno alla normalità che stiamo realizzando».

Come sarà l’esame 2022

La maturità 2022, che interessa circa mezzo milione di studenti, è costituita da una prova scritta di italiano, da una seconda prova sulle discipline di indirizzo, predisposta dalle singole commissioni d’esame, e da un colloquio orale. La sessione d’esame avrà inizio il 22 giugno 2022 alle 8.30, con la prima prova scritta di italiano, che sarà predisposta su base nazionale.

Per italiano, sette tracce

La prova d’italiano proporrà sette tracce con tre diverse tipologie: analisi e interpretazione del testo letterario, analisi e produzione di un testo argomentativo, riflessione critica di carattere espositivo-argomentativo su tematiche di attualità.

La seconda prova sulla materia caratterizzante

Il 23 giugno si proseguirà con la seconda prova scritta, diversa per ciascun indirizzo, che avrà per oggetto una sola disciplina tra quelle caratterizzanti il percorso di studi. Le discipline saranno comunicate al termine dell’iter formale delle ordinanze. La seconda prova sarà predisposta dalle singole commissioni d’esame, per consentire una maggiore aderenza a quanto effettivamente svolto dalla classe e tenendo conto del percorso svolto dagli studenti in questi anni caratterizzati dalla pandemia.

Il colloquio

È previsto, poi, il colloquio, che si aprirà con l’analisi di un materiale scelto dalla commissione (un testo, un documento, un problema, un progetto) che sarà sottoposto al candidato. Nel corso del colloquio il candidato dovrà dimostrare di aver acquisito i contenuti e i metodi propri delle singole discipline e di aver maturato le competenze di educazione civica; analizzerà poi, con una breve relazione o un lavoro multimediale, le esperienze fatte nell’ambito dei Percorsi di scuola-lavoro. La commissione sarà composta da sei commissari interni con il presidente esterno.

La valutazione finale resta in centesimi

La valutazione finale resta in centesimi. Il credito scolastico sarà attribuito fino a un massimo di 40 punti (12 per il terzo anno, 13 per il quarto, 15 per il quinto). Le prove scritte peseranno fino a 40 punti, il colloquio fino a 20. Si potrà ottenere la lode, con deliberazione all’unanimità della commissione. La partecipazione alle prove nazionali Invalsi, che pure saranno svolte, e lo svolgimento dei percorsi di scuola-lavoro non costituiranno requisito di accesso alle prove.

L’esame di terza media

Per l’esame di terza media sono previste due prove scritte, una di italiano e una relativa alle competenze logico-matematiche, e un colloquio, nel corso del quale saranno accertate anche le competenze relative all’inglese, alla seconda lingua comunitaria e all’Educazione civica. La votazione finale resta in decimi. Si potrà ottenere la lode, con deliberazione all’unanimità della Commissione. Per quanto riguarda l’ammissione all'Esame, la partecipazione alle prove nazionali Invalsi, che comunque si terranno, non sarà requisito di accesso. L’esame si svolgerà in presenza, nel periodo compreso tra il termine delle lezioni e il 30 giugno 2022.

Protesta degli studenti: non si tiene conto di ultimi tre anni

Le scelte sulla maturità provocano subito le proteste degli studenti. «Non si tiene conto degli ultimi tre anni, penalizzati da un Esame senza senso. Così non ci stiamo: se ministero non ci convoca non possiamo evitare di mobilitarci». È il commento a caldo della Rete Studenti Medi a pochi minuti dalla pubblicazione del testo dell’ordinanza sugli esami di Stato 2022, che vede un ritorno delle prove scritte.

 

deenfritptrues

Anschrift

WFO - Heinrich Kunter
Guntschnastr. 1 - 39100 Bozen
Tel 0471 281054
Außensitz: Cadornastr. 12a
Tel 0471 261065
os-wfo.bozen@schule.suedtirol.it
wfo.bozen@pec.prov.bz.it
Steuernr. 8000 244 0214

Öffnungszeiten Sekretariat:
MO - FR:  8:00 - 10:45 Uhr
an Schultagen: 14:30 - 16:00 Uhr

insta

info11

Freie Stellen und Supplenzstellen

Kriterien der Schulführungskraft für die Direktvergabe von freien Stellen und Supplenzstellen: Download

Bewerbung für eine Supplenzstelle

Sie möchten an unserer Schule unterrichten? Bitte tragen Sie sich hier ein: www.blikk.it/supplenz

NEU! Präsentationsvideo WFO.bz

Zentrum für Information und Beratung - ZIB

zib

Unser ZIB bietet Information und Beratung zu verschiedenen Themen. Weitere Informationen.

In Verbindung bleiben

joomla social share plugin

Logo ProLinguaE farbe rgb

 

pon miur

 

Wir nutzen Cookies auf unserer Website. Einige von ihnen sind essenziell für den Betrieb der Seite, während andere uns helfen, diese Website und die Nutzererfahrung zu verbessern (Tracking Cookies). Sie können selbst entscheiden, ob Sie die Cookies zulassen möchten. Bitte beachten Sie, dass bei einer Ablehnung womöglich nicht mehr alle Funktionalitäten der Seite zur Verfügung stehen.